CÈRAMICA OFF:

Montelupo diventa un cantiere creativo

18 giugno – 31 luglio 2021

Una versione estesa di Cèramica che propone mostre, incontri, workshop con gli artisti e invade diversi luoghi della città.

Designer e artisti provenienti da tutta Italia si incontrano a Montelupo e si confrontano con le nostre manifatture.

Interventi che riguardano gli spazi urbani del centro, ma che dialogano anche con i luoghi più periferici che solitamente ospitano gli atelier e le botteghe d’arte.

I luoghi coinvolti sono, infatti, le manifatture, collocate in aree industriali e periferiche, luoghi di memoria del dna ceramico del territorio e spesso relegati alla sola produzione. Luoghi di grande ricchezza di tradizione e creatività, a partire dai quali si vuole evidenziare il legame che ancora oggi esiste, con il tessuto urbano e sociale del territorio, con gli spazi vuoti che possono diventare scenario collettivo di produzione culturale e socialità.

Il programma multidisciplinare e intergenerazionale parte dall’elemento della ceramica come materia che caratterizza le radici, il lavoro e la storia di Montelupo e che allaccia un rapporto con la formazione, con la caratterizzazione estetica degli spazi, con i linguaggi contemporanei.

L’idea è quella di un cantiere creativo, che attraversa le arterie della città per evidenziare i luoghi della produzione, per far incontrare le persone in laboratori.

In quasi un mese e mezzo i visitatori troveranno

1) Cantieri d’arte in manifattura, aperti al pubblico con presentazioni settimanali, dedicati a ceramica e letteratura;

2) Cantieri di design;

3) Incontri con gli artisti;

4) Mostre e performance artistiche;

5) Laboratori artistici per bambini.

>> SCARICA IL PROGRAMMA IN PDF

Ceramica dolce

Design e artigianato a Montelupo
a cura di Silvana Annicchiarico

Una mostra che racconta un’esperienza unica realizzata a Montelupo, iniziata prima dello scoppio della pandemia e conclusasi negli ultimi mesi.
Designer di impronta internazionale hanno dialogato con le nostre manifatture per la produzione di oggetti e linee di prodotto.
Un’esperienza i cui risultati sono raccontati nella mostra allestita presso il Palazzo Podestarile.

>> ARTICOLO COMPLETO

Palazzo Podestarile:
Via Baccio da Montelupo, 45.
Giardino della Fornace:
Via Giro delle mura, 88.

Preview stampa 24 giugno – 12.00
Opening 25 giugno – 19.00

Orari di apertura

Martedì e venerdì: 21.00 – 23.00
Sabato e Domenica: 10.00 – 13.00; 17.00 – 19.00; 21.00 – 23.00

Temporary Shop

Scoprire ammirare e acquistare pezzi unici

Sono quasi 40 le manifatture che aderiscono all’associazione Strada della Ceramica di Montelupo, nata nel 2020. Come già avvenuto nelle edizioni di Natale e in occasione di Buongiorno Ceramica 2021, l’Associazione gestirà una mostra temporary shop nella galleria di Via XX settembre.
Un luogo in cui scoprire, ammirare e acquistare pezzi unici, rigorosamente Made in Montelupo.
Un progetto di Associazione Strada Ceramica di Montelupo in collaborazione con:
Fondazione Museo Montelupo Onlus.
Associazione Fabbrica Creativa Toscana (FACTO).

Galleria FACTO
Via XX Settembre, 37.

Orari di apertura

Martedì e Venerdì: 21.00 – 23.00
Sabato e Domenica: 10.00- 13.00; 17.00 – 19.00; 21.00 – 23.00

Altri giorni su prenotazione

Sante, Madonne e Arpie

Artiste della ceramica in dialogo con le collezioni del museo

Le artiste della Strada della Ceramica ci offrono una rilettura delle collezioni storiche del Museo Montelupo, un dialogo con le opere che raffigurano icone femminili. Un femminile sempre ritratto da interpreti maschili, in tutte le sue sfumature: dal tema religioso (le Sante), all’esaltazione della bellezza (Le Madonne), a figure pseudofemminili e paramitologiche (le Arpie). In questa mostra le stesse icone vengono reinterpretate e discusse dallo sguardo delle artiste contemporanee. Una costellazione di solo show delle artiste, nelle sale del museo della ceramica e negli spazi della fornace, prepareranno il percorso per la lettura dell’evento finale.

>> ARTICOLO COMPLETO CON CALENDARIO DEGLI INCONTRI & INFO PRENOTAZIONI

Museo della Ceramica:
Piazza Vittorio Veneto, 11.
Fornace del Museo:
Via Giro delle mura, 88.

Special Guest Ceramica OFF
Luce Raggi

ATTENTI AL LUPO

exhibition & performance

Luce Raggi per il Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino.
Il progetto e la mostra nascono dall’incontro tra donne di Luce Raggi, artista faentina, con Ivana Antonini, ceramista montelupina.
L’incontro avviene nel 2019 a Fuping, in Cina, durante una residenza organizzata dall’Associazione Italiana delle Città della Ceramica (AICC).
Da allora si parla di una collaborazione tête-à-tête. Ecco, il momento è arrivato.
Come consuetudine, Luce dipinge ispirandosi al luogo che la ospita, in questo caso Montelupo: ponti, donne, pavimentazioni, pozzi, insegne, bistecche.
Un vaso di grande dimensione la attende per essere illustrato dai suoi pennelli nella Bottega Ceramiche Dolfi di Ivana Antonini, dove il vaso stesso è stato realizzato.
Ciò avverrà nelle giornate del 18-19-20 giugno in occasione dell’avvio della rassegna Cèramica OFF. Il 9 Luglio, invece, ci sarà la presentazione dell’opera finale, destinata alle collezioni permanenti del Museo che sarà installata nel cortile della Fornace. Per l’occasione Luce presenterà il video ATTENTI AL LUPO e gli schizzi preparatori del progetto in una serata d’avanguardia e tradizione.

 

Cantiere 18 – 20 giugno

Apertura al pubblico 19 – 20 giugno

Ceramiche d’arte Dolfi di Ivana Antonini:
Via Tosco Romagnola nord, 22.

 

Presentazione site specific & video
Venerdì 9 luglio – 22.00

Fornace del Museo:

Via Giro delle mura, 88.

Max 25 partecipanti per evento del 9 luglio.

Prenotazione consigliata, sono ammessi partecipanti fino all’esaurimento dei posti a disposizione.

Ingresso gratuito

Info & booking

Museo della Ceramica
info@museomontelupo.it
Ph. 0571 1590300

Special Guest Ceramica OFF
Reverie

Sogno 4: Alba Lunare

Performance

In occasione della Festa della Ceramica, Reverie ha immaginato per Montelupo (città alla quale è profondamente legata per la sua produzione di “oggetti da sogno”) una performance site specific.
Ispirata dalla visione notturna di un cielo stellato sotto il tetto aperto della geografia quotidiana di Montelupo e da un incubo avuto durante i giorni di produzione di nuove opere trascorsi in Toscana, l’artista ha deciso di dedicare una nuova immagine-azione onirica proprio alla città in cui questo suo universo prende vita.
“Sogno 4: alba lunare” nasce come un incubo che si tramuta in un collettivo momento di rinascita.
Per esorcizzare questo tempo Reverie, contemporanea Selene, ha progettato una performance in cui da un’iniziale distruzione di una luna fatta di terra cruda si procede verso la sua ricostruzione.
Sotto il titolo di “Sogni” si identificano le performance dell’attuale ciclo produttivo di Reverie: progetti che vengono realizzati non soltanto per il singolo ma che idealmente rappresentano tutti senza distinzioni o limiti geografici.
Anche e soprattutto in questa occasione non si tratterà semplicemente di un’“unione” di singole azioni ma di una tangibile promessa per la comunità e, a seguito della performance, l’artista realizzerà un’opera di sintesi che racchiuderà la visione della collettività coinvolta. L’opera sarà acquisita dal Museo della Ceramica.

BREVE BIO

Reverie è un’artista toscana che vive e lavora a Milano. Nei suoi progetti elabora performance per studiare le reazioni del pubblico, curando ogni singolo aspetto, dalla costruzione alla progettazione non solo di oggetti e opere ma anche di suoni e interazioni e finalizzando ogni lavoro alla creazione di opere di sintesi. Attualmente sta dedicando la sua attenzione al tema del sogno. Recentemente, il suo “librosogni”, edito da Skira con testo introduttivo di Raffaella Perna, è stato presentato alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea a Roma. Tra le sue performance più recenti: Sogno 3: La camera degli specchi, Triennale Milano Teatro; Sogno 2: The Sleeping Muse, Milano, Palazzina Liberty Dario Fo e Franca Rame; Sogno 1: Archetipo del sé, Roma, Fondazione VOLUME!; Futura Poesia, Londra, Estorick Collection of Modern Italian Art.

Crediti fotografici
Reverie, verso “Sogno 4: alba lunare”, 2021,
courtesy dell’artista, foto L. Mugri

Venerdì 16 luglio – 22.00

Fornace del Museo:
Via Giro delle mura, 88.

L’ingresso sarà libero e ad accogliervi una lettera dell’artista scritta appositamente per ogni spettatore.

Prenotazione consigliata, sono ammessi partecipanti fino all’esaurimento dei posti a disposizione.

Info & booking

Museo della Ceramica
info@museomontelupo.it
Ph. 0571 1590300

Cantieri Montelupo

Arte contemporanea, ceramica e letteratura
a cura di Christian Caliandro
workshop e residenze artistiche
Marco Ulivieri, Laura Cionci, Emanuela Barilozzi Caruso, Alessandro Bulgini

Con la partecipazione degli autori
Claudia di Palma, Mauro Covacich, Angelo Ferracuti

Cantieri Montelupo è il progetto,curato da Christian Caliandro, organizzato e sostenuto dalla Fondazione Museo Montelupo Onlus e dal Comune di Montelupo Fiorentino.
Il termine “cantieri” scelto per designare il programma di residenze artistiche dell’estate 2021 (18-28 giugno; 9-18 luglio; 23 luglio-1 agosto) descrive il carattere sperimentale dei processi che esso intende attivare. I quattro artisti coinvolti infatti – Marco Ulivieri, Laura Cionci, Emanuela Barilozzi Caruso e Alessandro Bulgini – avvieranno una collaborazione con alcune realtà formative, artigianali e imprenditoriali del territorio (Centro Ceramico Sperimentale, Ceramiche Tombelli, Ceramiche Giglio e Ceramiche Arno), con cui condivideranno il loro metodo e il loro approccio creativo. L’intero progetto si fonda infatti sul tentativo di favorire l’emersione di dinamiche impreviste e inattese, che si riferiscano direttamente a loro volta non tanto a tratti stilistici e tecnici quanto a un’intera attitudine, a quella che potremmo definire una disposizione d’animo.

>> ARTICOLO COMPLETO CON CALENDARIO DEGLI APPUNTAMENTI & PRENOTAZIONI

Corsi di ceramica

Centro Ceramico Sperimentale

La Nuova Scuola di Ceramica e delle Arti Applicate è parte sostanziale del Centro Ceramico Sperimentale e nasce con l’intento di educare nuovi professionisti nel settore ceramico e in quello artigianale.
Una vera e propria scuola che si propone di diventare un luogo in cui tradizione e innovazione si fondono, dando vita ed espressione alla creatività e all’estro di tutti gli allievi per mezzo di un’approfondita conoscenza tecnica e tecnologica.
La scuola, situata a Montelupo Fiorentino, centro storicamente noto per la produzione ceramica, offre differenti tipologie di corsi strutturati per differenti livelli di apprendimento, in modo tale che si possano acquisire gradualmente tutte le competenze necessarie per operare nel settore ceramico e in altri settori artigianali.

>> DATE, PROGRAMMI E ISCRIZIONI